Verifica degli impianti di messa a terra

Il datore di lavoro di un’azienda i cui dipendenti sono esposti a rischio elettrico devono effettuare una verifica degli impianti di messa a terra, in particolare riguardo l’omologazione e la manutenzione degli impianti.

verifica-impianti-messa-a-terra

Contattaci al Numero Verde: 800.58.67.09 o dal modulo qui in basso per richiedere la verifica degli impianti di messa a terra – sia ordinaria che straordinaria, da parte dei tecnici specializzati di AssoHaccp, a norma con il Decreto del Presidente della Repubblica del 22 ottobre 2011.

 

Terminata l’operazione, il personale addetto alla verifica ti fornirà il verbale di sopralluogo così come previsto dalla legge.

Costi

  • 190 euro per gli impianti fino a 10kw
  • 250 euro per gli impianti fino a 20kw
  • 350 euro per gli impianti fino a 30kw

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

Ogni quanto

La verifica può essere svolta ogni 2 o 5 anni, così come disposto dal provvedimento DPR 462/2011 “Il datore di lavoro è tenuto ad effettuare regolari manutenzioni dell’impianto, nonchè a far sottoporre lo stesso a verifica periodica ogni cinque anni, ad esclusione di quelli installati in cantieri, in locali adibiti ad uso medico e negli ambienti a maggior rischio in caso di incendio per i quali la periodicità è biennale”.

Per stare al riparto dalle sanzioni penali e amministrative previste dalla normativa, il datore di lavoro deve farsi carico delle verifiche ordinarie e straordinarie (ovvero, quelle necessarie in caso di esito negativo dalla verifica standard, in caso di modifiche all’impianto o quando richiesto espressamente dal datore di lavoro stesso).

Il laboratorio di AssoHaccp è autorizzato e riconosciuto dal Ministero delle Attività Produttive.